AGONISMO SALVAMENTO

La Disciplina del Nuoto Per Salvamento, originariamente nata per dimostrare le tecniche di salvataggio, ora è diventata un vero e proprio sport agonistico appartenente alla Federazione Italiana Nuoto.

Formando ragazzi e ragazze ad essere in grado di soccorrere tutte le persone in difficoltà in ambiente acquatico, la disciplina del Nuoto per salvamento unisce lo scopo agonistico a quello sociale.

La disciplina si divide tra prove in vasca e prove “oceaniche” in mare.

 

STORIA E OBBIETTIVI

Il settore nasce nell’anno agonistico 2015/2016 da un’idea del dirigente del settore nuoto Dario Capuano. Il gruppo fu formato da atleti di categoria ragazzi e junior.

Il Disciplina del Nuoto per Salvamento, come in tutte le attività agonistiche dalla Triestina Nuoto, viene svolta per raggiungere i massimi risultati. In questo senso possiamo citare la prima partecipazione ai Campionati Italiani di categoria di Salvamento dopo solo 5 mesi dalla nascita del settore.

I ragazzi che praticano l’attività agonistica di Salvamento, ottengono un brevetto di abilità, il quale al compimento dei 16 anni dà l’accesso facilitato ai corsi di Assistenti Bagnanti e prendere il relativo brevetto.

I prossimi obiettivi sono ampliare il gruppo e diffondere questa nuova disciplina del nuoto.

Dirigenti:
Dario Capuano
Silvia Sergon

Nuoto e Tecnica di salvamento / Preparazione atletica:  Raffaele Piccinonno
(allenatore 2°livello FIN, Maestro di Salvamento, Preparatore atletico FIF e Personal Trainer FIPE)

 

Nuoto:
Lunedì e giovedì: 15-16.45
Martedì: 16-17.30
Mercoledì: 17-18.30
Sabato: 15-16.45

Palestra:
Martedì: 15-16