Ieri e oggi, in occasione delle gare nazionali su base regionale svoltesi alla Bianchi,
tutti gli effettivi dell’USTN hanno lanciato ottimi segnali,
in primis la junior Lucia Zebochin,
capace di centrare lo standard per gli Europei giovanili sia dal metro che dai tre metri

Un weekend che da fiducia agli atleti e allo staff tecnico della Triestina Nuoto in vista del proseguo dell’annata. Nella due giorni di gare, svoltesi alla piscina Bianchi e che hanno visto affrontarsi i team dell’USTN e della Trieste Tuffi, i partecipanti hanno cercato di ottenere i migliori punteggi possibili per poi entrare nelle prime posizioni della graduatoria nazionale.

Senza subbio ha destato ottima impressione la junior Lucia Zebochin, che ha sfoderato due convincenti prestazioni sia dal trampolino da un metro dove ha totalizzato 336,85 punti, sia dal trampolino di 3 m dove ha chiuso la sua fatica con il punteggio di 353,80. Entrambi le prestazioni valgono alla Zebochin, classe 2003, lo standard per gli Europei Giovanili, a cui il talento triestino parteciperà quest’estate se rientrerà tra le migliori due italiane del lotto. Accanto alla Zebochin anche Alissa Clari e Giulia Candela hanno fatto denotare una buona condizione di forma. Chiudendo il capitolo prima squadra, al maschile era impegnato Suan Calussi, categoria Ragazzi, che ha convinto soprattutto dal metro dove ha colto 277 punti.

Ma il weekend di competizioni regionali è stata l’occasione per rivedere finalmente all’opera le categorie Esordienti, C2 e C1, le più colpite dall’inizio della pandemia per quanto riguarda la cancellazione di innumerevoli appuntamenti agonistici. Tutti i tuffatori in erba della Triestina Nuoto, a detta delle allenatrici Sofia Carciotti e Tunde Mosena presenti a bordo vasca, stanno proseguendo il proprio percorso di crescita mostrando continuità e gran voglia di emergere. Nella categoria C2 al femminile Ayrin Zoch ha fatto la voce grossa, dominando tutte e tre le gare in programma: trampolino 1 metro (179,89), trampolino 3 metri (197,45), piattaforma (158,75). Al maschile dietro all’imprendibile Francesco Fabbro (Trieste Tuffi), Lorenzo Menis ha concluso al secondo posto dal metro che dalla piattaforma mentre Samuele Totano e Gabriel Calderone, al primo anno di categoria, non hanno tremato, facendo ben sperare per un futuro radioso. Ottime risposte anche dalle squadre Esordienti C1: trai i maschi Mattia Mahnic, Gabriele Selovin e Nahuel Savino si sono ben comportati, sfoderando ottimi miglioramenti. Al femminile il trio composto da Lodovica Castellacci, Marta Piccini e Caterina Pellegrini ha dimostrato una certa solidità. Ma la copertina se l’è presa la Pellegrini, capace di vincere in tutte e tre le prove: trampolino 1 metro (174,30)), trampolino 3 metri (203,45), piattaforma (173,90).